EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

CV Elena D'Alò

Elena D'Alò, diplomata brillantemente in flauto al Conservatorio Statale di Musica "S.Cecilia" di Roma, frequenta il biennio specialistico in Flauto nello stesso Conservatorio, laureandosi con 110 e lode, sotto l'insegnamento di Deborah Kruzansky, con l'approfondimento del repertorio classico, jazzistico, orchestrale e della musica contemporanea, soprattutto elettronica.

La vita musicale è stata affiancata da studi scientifici: è laureata presso il Dipartimento di Fisica dell'Università  di Roma "La Sapienza" con una tesi sulla Fisica Acustica seguita da Paolo Camiz. Ha inoltre conseguito l'attestato di "Accordatura e Tecnologie del Pianoforte" seguendo un corso tenuto da Mauro Buccitti. %(corso base e avanzato).
Fondendo le due passioni si iscrive al triennio di Musica Elettronica sotto la guida di Michelangelo Lupone e Nicola Bernardini, laureandosi nel 2018 con 110 e lode. Il brano composto per la laurea è finalista del Premio Nazionale delle Arti 2018.

È stata allieva di Edda Silvestri e Bruno Lombardi ed ha partecipato a masterclass di Paolo Taballione, Carlo Tamponi e Henrik Svitzer. Nel 2012 ha frequentato il corso di perfezionamento di ottavino di Nicola Mazzanti presso l'Accademia Italiana del Flauto di Roma. Partecipa agli Stockhausen Kurses a Kurten (Germania) nel 2017, e nel 2018
frequenta il corso di Live Electronics presso l'Accademia Chigiana di Siena con Alvise Vidolin e Nicola Bernardini.

Elena D'Alò
Elena D'Alò

Nell'estate del 2012 partecipa come ottavinista al tour italiano dell'Orchestra Giovanile della Palestina, esibendosi anche al Carlo Felice di Genova, al Festival delle Orchestre Giovanili di Firenze, al Ravello Festival e in Giordania. Componente stabile dal 2007 (anno della sua fondazione), in qualità  di flauto e ottavino, dell'Orchestra MuSa "Musica Sapienza" diretta da Francesco Vizioli, ha svolto anche la funzione di arrangiatrice del repertorio. Nel dicembre 2010 ha debuttato come solista eseguendo "Il Cardellino" di A. Vivaldi nell'Aula Magna della "Sapienza" di Roma. Occupa il posto di secondo flauto e ottavino anche nell'orchestra giovanile "Allegro Assai" di Roma diretta da Alessandro Viale.

Immersa nella musica contemporanea e elettronica, ha partecipato ai festival di Nuova Consonanza, ArteScienza, Freon Festival Atlante Sonoro XXI Secolo, Diffrazioni Festival, Linux Audio Conference ed EMUFest, come solista e in diverse formazioni cameristiche.

Nel 2017 arriva la collaborazione con la compagnia teatrale "La casa d'argilla" dove partecipa nell'ensemble dello spettacolo "Les Adieux, parole rubate alle fiamme" (regia di Lisa Ferlazzo Natoli, musiche di Gianluca Ruggeri) nelle repliche di Parma e Carrara.

Dal 2005 collabora ininterrottamente, sia come assistente all'organizzazione musicale che come strumentista nell'orchestra dell'Accademia, con "I Concerti dell' Accademia degli Sfaccendati", stagione concertistica diretta da Giacomo Fasola e Giovanna Manci.

Dal 2014 collabora dell'organizzazione di EMUFest (Festival Internazionale di Musica Elettronica) e dal 2015 è assistente di produzione del festival ArteScienza gestito dal CRM - Centro di Ricerche Musicali.

Numerosi sono i concerti effettuati in formazioni cameristiche, oltre a concerti per flauto solo, anche per eventi di interesse letterario e scientifico. In veste di ottavinista e primo flauto si esibisce con l'Orchestra di Flauti del Conservatorio di Musica Santa Cecilia.

Nel 2009 inizia lo studio del violoncello, scelto per apprendere la tecnica degli strumenti ad arco e per la sua tessitura che va dal registro grave agli acuti. Studia con Maurizio Massarelli.

Dove trovarci nei Social Network

 
Contatti
Back to top